Blog: http://Lazzaroblu.ilcannocchiale.it

Curlandia, PD e altre piccole stranezze

Ok, ricominciamo d'accapo. Con i blog ci vuole tanto, troppo coraggio, non solo a pubblicare determinate cose ma anche a fronteggiare i problemi che un server può dare.
"E' un mondo difficile", dice Tonino Carotone in una sua canzone ma non dobbiamo scoraggiarci perché al peggio non c'è mai limite.
Massimo Fini, dalle pagine del "Gazzettino", ci racconta una bella fiaba per farci evadere un po' da quel clima triste che si è creato in Italia in quest'ultimo periodo ma ci pensa l'Espresso a farci tornare con i piedi a terra pubblicando un'interessantissima inchiesta di Marco Lillo sul caso Berlusconi-Saccà.
Alcuni pensano che ci stiamo avviando verso una sottile dittatura ma perché dobbiamo essere così catastrofisti? C'è chi crede ancora che il nostro è un paese democratico, come dargli torto? Infatti in Italia c'è la classica democrazia da Repubblica delle Banane!
C'è democrazia perché c'è una maggioranza e la relativa opposizione (non c'è mica bisogno di un dibattito televisivo, mio caro Gad Lerner?). O quasi. Beh, a sentire Pannella, la situazione sarebbe un po' diversa ma lui è un mezzo idealista, fa ancora convegni sui diritti umani, sulla giustizia, sull'abbattimento della partitocrazia, sul nucleare, insomma non è proprio un politico come Berlusconi o Veltroni.
A proposito di Veltroni e PD, Riccardo Barenghi, sulla "Stampa", ci dà un interessante punto di vista sui retroscena del Partito Democratico e, indirettamente, risponde ad una domanda che Gad Lerner si pone in un articolo uscito su "Vanity Fair".
Insomma, il cammino è ancora lungo e tortuoso ma, intanto, Antonio di Pietro continua a volare nei sondaggi e continua a rilasciare interviste convincenti. Che sia lui la vera svolta?
 
 

Pubblicato il 28/2/2009 alle 15.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web